Crea sito

Trapani Calcio Campionato 1996/97

La Storia

 

Campionato 1996-97
Serie C1 Girone B

Dopo la salvezza risicata dell'anno prima si prova a cambiare registro. Nicoletti non viene confermato, e arrivano Ivo Iaconi come allenatore e Ferruccio Mazzola come direttore generale. La squadra viene rinnovata e, tra gli altri, arrivano anche ottimi giocatori come Bruniera (dall'illustre passato), Frezzolini (portiere che arriverà anche in serie A), Parisi (difensore che sarà perno della difesa del Messina che conquisterà la A qualche anno dopo) e Musumeci (regista dai piedi buoni).
In coppa il Trapani arriva fino al quarto turno, dove viene eliminato dalla Nocerina.
In campionato all'inizio si stenta, e quando il 3 novembre si perde in casa 3-0 con la Lodigiani si arriva in zona retrocessione. Ma tre pareggi consecutivi e soprattutto le tre vittorie a dicembre (1-0 ad Ischia gol di Frati, 1-0 a Fermo gol di Frati e 1-0 con l'Andria gol di Musumeci) proiettano il Trapani ad un solo punto dalla vetta!
Ma al ritorno il rendimento è troppo altalenante, si perde troppo in casa (alla fine saranno bene sei le sconfitte interne), diventa determinante la sconfitta al provinciale contro la Fermana (0-2 e prestazione sconcertante) e quindi si arriva all'ultima giornata con un piede nei play-out. L'ultima partita vinta con l'Avellino (1-0 e gol di Signorelli) non cambia il destino dei granata, in quanto i colpi esterni della Fermana ad Acireale e del Gualdo a Casarano determinano un'arrivo a pari punti di 4 squadre. Si ricorre alla classifica avulsa, che è la seguente:

13° Gualdo 11 salvo
14° Nocerina 9 play-out in posizione privilegiata
15° Fermana 8 play-out in posizione privilegiata
16° Trapani 6 play-out in posizione di svantaggio

C'è da mordersi le mani per le tante sconfitte generate da un atteggiamento quasi arrendevole dei giocatori, sarebbe bastato pochissimo per evitare i play-out.
Ma ormai la frittata era fatta, e bisognava stringersi attorno alla squadra per ripetere la salvezza dell'anno precedente.
Nella partita d'andata solo uno scialbo 0-0, e al ritorno un 1-1 sancirono una retrocessione ingloriosa quanto inaspettata dopo il buon girone d'andata.

 

Classifica:
Fidelis Andria 64
Ancona 57
Savoia 52
Atletico Catania 49
Giulianova 49
Acireale 45
Casarano 43
Ascoli 43
Ischia 43
Lodigiani 42
Juve Stabia 42
Avellino 42
Gualdo 41
Nocerina 41
Fermana 41
Trapani 41
Sora 38
Avezzano 29

Play-out:
Trapani-Fermana 0-0
Fermana-Trapani 1-1


Ivo Iaconi


Il portiere Giovanni Guaiana


Luigi Martinelli.

Qualche anno dopo, nel 2003, suo malgrado, scatenò il "Caso Catania". Infatti, nella partita fra Catania e Siena, conclusasi 1-1 sul campo, Martinelli viene schierato dai bianconeri. La settimana prima, squalificato per una giornata, aveva saltato la partita di Serie B col Napoli ma aveva giocato nel Campionato Primavera. Il Catania presenta ricorso affermando che avendo giocato nel Campionato Primavera il giocatore non aveva scontato la squalifica, che doveva pertanto essere scontata nella sfida col Catania. Fu un susseguirsi di colpi di scena che portarono, come mossa riparatrice, alla serie B a 24 squadre!


Alessandri Parisi 12 gare ed una rete che diede la vittoria a Sora.