Crea sito

Trapani Calcio Campionato 1993/94

La Storia

 

Campionato 1993-94
Serie C2 Girone C

L'anno della prima C-2 dell'era Bulgarella coincide con la novità dei tre punti per vittoria, inseriti solo per la serie C in via sperimentale. La Coppa Italia regala poche soddisfazioni, e si esce subito al primo turno.
Poi inizia il campionato e subito arriva un buon pareggio a Torre del Greco, seguito da una vittoria in casa (3-0 contro la Vigor Lamezia) e un da ottimo colpo esterno in quel di Molfetta per 2-1.
La tifoseria gongola, sembra che anche in C-2 il Trapani possa dominare, ma a far tornare tutti con i piedi per terra saranno le successive tre partite (sconfitta casalinga contro l'Akragas per 2-1, pareggio a Formia 1-1 e sconfitta casalinga contro l'Astrea per 2-1). A questo punto l'atmosfera cambia, la tifoseria mugugna e si chiedono rinforzi per puntare ad una tranquilla salvezza. Arriva il solo De Sio, ma mai acquisto fu più azzeccato. Il giovane centrocampista infatti da equilibrio alla squadra e subito si riprende confidenza con la vittoria. Soprattutto fuori casa arrivano tanti risultati positivi grazie alla capacità di ripartire in velocità col trio d'attacco Barraco, Vasari e Capizzi. Memorabile la vittoria di Catanzaro ottenuta rimontando il gol su rigore dei padroni di casa con uno strepitoso tiro da fuori area di Campanella su punizione e uno stupendo pallonetto di Barraco nel finale. Memorabili le due vittorie ottenute in casa contro Sora e Turris, le squadre che contesero fino alla fine ai granata la vittoria del campionato. In entrambi i casi fu vittoria per 4-0 (doppietta di Barraco e doppietta di Capizzi contro il Sora e doppietta di Vasari e un gol a testa di Capizzi e De Sio contro la Turris). La matematica certezza della promozione arriva alla terzultima giornata quando, nonostante la sconfitta patita a Trani (1-0), il Trapani si ritrova con 4 punti di vantaggio sulla coppia Turris-Sora. Ma visto che ancora queste squadre devono giocare tra loro e i posti a disposizione per la C-2 sono due i granata conquistano matematicamente almeno il secondo posto (infatti se Sora e Turris pareggiano fra loro vincendo la successiva partita possono fare al massimo 4 punti e il Trapani con due sconfitte sarebbe a pari punti con le rivali ma avrebbe una miglior classifica avulsa. Se una delle due vince lo scontro diretto e la successiva supera il Trapani se questo le perde entrambe, ma la perdente lo scontro diretto può solo vincere la successiva facendo solo tre punti in totale.) Questi furono i complessi conti che passavano nella mente dei tifosi nel dopo Trani, conti che davano ragione al Trapani che per il secondo anno consecutivo vinceva il campionato.
La partita successiva in casa contro il Bisceglie è la passarella festosa che consegna al Trapani anche l'ufficialità del primo posto.
Segna Barraco, pareggia un volenteroso Bisceglie, ma alla fine arriva la zampata di Vasari a dare la vittoria e la sicurezza del primo posto.
Per il secondo anno consecutivo il colore granata riempie le strade cittadine, viene conquistata la prima C-1 della storia.
Cannonieri dell'anno Barraco con 14 gol, Vasari 11 e Capizzi 7

Classifica finale:

TRAPANI 61
Sora 58
Turris 58
Battipagliese 51
Fasano 47
Monopoli 47
Akragas 47
Trani 47
Catanzaro 44 *
Astrea 40
Molfetta 40
Sangiuseppese 40
Formia 38
Savoia 38
Cerveteri 38
Bisceglie 35
Vigor Lamezia 31
Licata 28**

* 5 punti di penalizzazione
** 6 punti di penalizzazione

Sora e Turris andarono allo spareggio e vinsero i laziali, anche se durante l' estate anche i corallini, grazie ad un ripescaggio, si ritrovarono in C-1.
L'Akragas, invece fu retrocesso nel CND per un caso di corruzione.
Monopoli e Cerveteri, escluse per problemi finanziari.

Alla fine del campionato per festeggiare la vittoria venne organizzata una amichevole di lusso contro i portoghesi del Porto.
Ancora una volta stadio esaurito e spettacolo per palati fini. Finì sorprendentemente 2-2, con un Trapani capace di mettere per larghi tratti in difficoltà i più titolati avversari.

In piedi: Cavataio, De Sio, Esposito, Guaiana; Campanella; Capizzi.
Accosciati: Azzarelli, Formisano, Tedesco, Barraco e Vasari.

.
Saverio Spada e Gaetano Vasari

Azzarelli e De Sio



Due immagini dello stadio nella partita dell'apoteosi col Bisceglie


Immagini della festa prima di Trapani-Porto 2-2