Crea sito

Trapani Calcio Campionato 1983/84

La Storia

 

Campionato Interregionale

1983-84 Girone M

E' l'anno del dualismo più esasperato fra le due realtà calcistiche cittadine.
Dopo mesi di trattative, dopo tentativi di avvicinamento fra le due società, quando la fusione sembrava cosa fatta invece sfuma tutto.
Si da la colpa alla situzione debitoria del Trapani, gli interessi anche politici fanno si che tutto rimanga invariato.
Intanto il Ligny decide di cambiare denominazione (diventando Pro Trapani) e colori sociali (da arancio-neri a granata).
Tutti questi fatti che precedono il campionato accentuano molto la tensione, e comunque la maggioranza della tifoseria si schiera dalla parte del vecchio, indebitato, ma sempre affascinante "Trapani storico".
Il campionato non ha un inizio esaltante, anzi. Un solo gol nelle prime 7 partite, tanti pareggi e qualche sconfitta fanno salire il malumore dell'ambiente. Segue qualche mese positivo, ma dopo una doppia sconfitta (a Sciacca e in casa contro la Nissa) l'aria si fa irrespirabile e il tecnico Biagini, che era giunto a Trapani con un buon palmares, viene esonerato. Subentra Nicola Celano.
Qualche settimana più tardi viene allontanato dalla squadra anche il bomber Rotondi e fra alti e bassi la stagione si chiude comunque con un 4 °posto.

1983-84: Serie D girone M

Nissa 43
Mascalucia 40
Pro Trapani 37
TRAPANI 34
Nuova Igea 34
Acireale 32
Folgore 32
Mazara 31
Juvenes Enna 29
Pro Sciacca 28
Favara 27
Caltagirone 27
Paternò 26
Ragusa 24
Villafranca 21
Terranova Gela 16

Cannonieri Mingrone e Bolognino con sole 4 reti.
Le stracittadine di quell'anno:
Trapani-Pro Trapani 0-0
Pro Trapani-Trapani 0-1 con gol di Esposito

Una azione durante il derby Pro Trapani-Trapani 0-1

Culotti